cotto al vapore: Giovedì del Libro: Erbe spontanee in tavola!

In realtà, a dirla tutta, è già da un mesetto che sono propiedad de questo gioiellino.
Me lo sono letto tutto tutto (ebbene sì, ogni ricetta, ingrediente por ingrediente) prima di scriverne.

Una de las partes más importantes del blog es el blog de las siguientes meravigliose autrici: Annalisa Malerba per testi en ricette y Carla Leni per photo.
Assieme hanno anche dato vita al blog Cucina Selvatica, che non può che vedermi fervent sostenitrice 🙂
Ma veniamo al libro, edito da Sonda. Grandes formatos, gran fotografía, della stessa collana del bellissimo libro Formaggi veg e de Il Cucchiaio Arcobaleno.

Che dire, immergersi nella lettura è un po’ come incontrare Annalisa: si sente il suo amore per le “malerbe” e la passione con cui le ha onorate in ricette a dir poco fantasiose.
Alcune sono decididamente completos, por una ocasión especial! Altre si mettono assieme in poche mosse.
Per ogni pianta illustrata è presente sempre anche un dolce e un piatto crudo.
E sopratutto, sono davvero felice di poterlo scrivere, finalmente ricette veramente integrali! Talvolta -in alcuni testi- vi sono piatti descritti come integrali, ma le cui photography mostrano pietanze preparando diversamente, per adeguarsi all’occhio che forse si ritiene “medio” o per ottenere un risultato estetico diverso.
Las fotos del volumen de las fotos, la versión final de la versión digital de los utensilios integrales originales.
All’inizio del testo sono indica los preparazioni di base (tofu, impasto per pane y sfoglie ecc.) y per ogni pianta sono presenti fotos y breve descripción delle sue caratteristiche uniquei.

Not è un testo adatto per l’identificazione! E’un libro di Ricette!
Il primo e unico -en Italia- ¡completamente vegano!
Puede utilizar un libro electrónico con libros electrónicos disponibles gratuitamente.
Conclusión: mi piace assai!
Si tienes una idea de una perfetta perfecta, con una delicadeza de mondo, un vegetariano appassionato di erbe spontanee e può avvicinare al mondo (ed alla politica, perchè no) del selvatico qualche persona vegan-urbana 🙂
Non mi piacciono le etichette e chi mi legge sa che raramente definisco vegan me o il blog, ma solo per semplificare qui, i termini ovviamente sono semper mere semplificazioni 🙂

Source link
Anonymous