Tortillas di mais fatte in casa con riso, fagioli and verdure

Di rado tenddo ad esternare su questo blog pensieri tristi o arrabbiaati, a volte dietro le mie parole si cela un velo di malinconia, ma penso che sia un sentimento diverso rispetto agli agli altri due, qualcosa che fa talmente parte di me da non poterlo .

Ci non vuol dire che io non sia mai triste o piena di rabbia en rancore, anche se è vero che cerco semper di mettere queste sensazioni in un angolino della mia anima, aspettando che si plachino da sole en cercando che mi di èvede Lawyer . Puedes solicitar hacer lo siguiente, pero también dar una parte de mi vida donde puedas vivir una vida que per perdere tempo con le sensazioni che ci abbattono stare male ci fanno. Preferisco impiegare le mie energy in qualcosa di costruttivo, anche solo per il mio umore, impidiendo di logorarmi per quello che non posso davvero changee.

Ho notato però che per molti non è così, ci sono persone -anche molto vicino a noiche aspettano proprio il momento opportuno per sputarti addosso tutto il loro Veleno, la loro ira, tutto il marcio che vedono attorno e di c rate parte. ¿Que puedo hacer? è in queste situazioni che spero vivamente di non essere anche io così, perché non voglio.

Qual è il lato positivo di vedere semper e solo il lato peggiore delle cose? Dov’è il guadagno personale nel non riuscire a cogliere quel pochissimo di buono che c’è? A sorridere per qualcosa con leggerezza, senza dovere andare a cogliere ogni volta il male infimo che si cela dietro ad ogni azione? Perché strong non tutti lo sanno, ma la leggerezza non è superficial. Es una buena idea de un leggeri contemporáneo, un capire come poi, in fondo, il giudizio di ognuno di noi sia cosa di poco conto.

Sono dunque così vertiginosamente vicini il dramma più eccelso e quello più infimo?

Vertiginosamnete vicini? La vecinanza può dare vertigine?

Sí, può darla. Quando il polo Nord si avvicinerà al polo Sud fin quasi a toccarlo, il globo terrestre scomparirà e l’uomo si troverà in un vuoto che gli farà girare la testa e lo farà cedere alla seduzione di cadere.

Ver dannazione e il privilegio sono la stessa identica cosa, se non esiste differentenza tra il sublime e l’infimo, se il figlio di Dio essere giudicato per della merda, l’esistenza umana perdeleventa steni steni diment.

M. Kundera

Alcune precisazioni sulla ricetta: por tarifa le tortillas di mais è indispensabile un tipo di farina particolare, chiamata masa harina, procedente de dalla macinazione finissima del mais bianco e precedentemente cotta. Io l’ho comprata a Londra, altrimenti si può reperire on line. Opure, più facilmente, si trovano anche al supermercato delle tortillas totalmente vegetali già pronte.

No hay necesidad de hacer una receta, un essendo privo di glutine trend a spezzarsi, un vuole tradicional che per creare le tortillas si usi un’apposita pressa. Non disponendone io ho usato il matterello, rendendole ovviamente imprecise lungo i bordi. Il sapore non ne risente, la vista un po’ sì, ma penso si possa soprassedere 😉

Per la ricetta e il procedimento io seguito fedelmente lei, raddoppiando solo le quantità.

Ingredientes por 6 tortillas de 20 cm de diámetro:

340 gramos masa harina

540 ml de agua

1 cucchiaino pieno di sale fino

Per il ripieno:

70 gr de riso crudo a chicco longo

1 cipolla, sbucciata y tritata

1 spicchio d’aglio, sbucciato y tritato

1 cucchiaino di chili en polvere

mezzo cucchiaino di cumino en polvere

250 gr fagioli riñón rojo, cotti e scolati

1 pimiento cucchiaino affumicata

130 gr maíz al natural, sgocciolato

espinacas frescas crudi, tagliati

aguacate en fette

Per la salsa yogur allo:

120 gr yogur di soia al natural

1-2 cucchiai succo di limone filtrado

rebaja

coriandolo tritato

procedimiento:

Sciogliamo il sale nell’acqua, versiamo la farina a fontana in una ciotola e versiamovi lentamente l’acqua, iniziando ad amalgamare con una forchetta. Impastiamo poi con le mani, fino ad ottenere un panetto liscio e morbido. Potrebbe servirci poca acqua in piùo in meno, quindi dosiamola lentamente e impastiamo di volta in volta. Copriamo l’impasto con la pelicola trasparente e facciamolo riposa are a temperature ambiente per almeno 30 minuti.

Intanto laviamo il riso sotto acqua corrente, mettiamolo in un pentolino con il doppio del suo volume di acqua e un pizzico di sale, poniamo su fuoco basso il coperchio y cuociamo fino a total assorbimento dell’acqua, poi sgraniamoloi.

Mentre il riso cuoce mettiamo la cipolla in un’ampia padella con 2 cucchiai d’olio, il chili, il cumino e il sale. Facciamo cuocere a fiamma moderata per cinque di minuti, mescolando spesso, aggiungiamo l’aglio and proseguiamo per altri cinque minuti. Versiamovi i fagioli e facciamo insaporire per qualche minuto. Spegniamo, versiamo la paprika affumicata precedentemente sciolta in un cucchiaio d’olio, mescoliamo and riserviamo.

Riprendiamo l’impasto delle tortillas, dividiamolo in sei panetti uguali e, se non disponiamo dell’apposita pressa, posizioniamone un alla volta tra due fogli di carta forno. Iniziamo a dargli un forma circolare dapprima spingendo con le mani e poi con l’aiuto di un matterello, fino a dargli lo spessore di 4-5 mm. L’impasto è molto delicato, quindi non togliamo la tortilla dal foglio di carta forno cui poggia, ma rovesciamola direttamente sulla padella calda per cuocerla, sollevando delicatamente la carte che la rivest.

Ogni tortilla deve cuocere alrededor de 1 minuto por lato, a fiamma media.

Farciamo ognuna con spinaci, riso, maíz, fagioli, aguacate y salsa allo yogurt. Arrotoliamo delicado y serviamo.

Per la salsa yogur allo:

Mescoliamo tutti gli ingredientei, assagiando per dosare l’acidità e la sapidità. Se dovesse avanzare si conserva in un contenitore ermetico in frigorifero per 2-3 giorni.

Un abbraccio e buona settimana.

Source link
Katiuscia